Vienna in 48 ore: cosa vedere
12 Ottobre 2019

Budapest: una città da vivere

Dopo Praga pensavo che non avrei potuto amare altra città allo stesso modo. Invece è successo. Con Budapest.

Budapest è una città con due anime: l’antica Buda che sorge sulle colline e custodisce il Palazzo Reale, ex residenza del Re di Ungheria, e Pest, moderna e vivace, che ospita gli edifici più attuali, le vie dello shopping e i bar più frequentati. Nel mezzo scorre il Danubio che è veramente blu. E che in estate brilla di luce propria.

Budapest viene definita “la Parigi dell’Est”, ma fidatevi… ha una magia tutta sua, molto più intima e naturale.

Quando andare

Penso che la stagione migliore per visitarla sia l’estate: il clima è ideale, caldo ma non troppo e asciutto. Il verde è rigoglioso con un tripudio di fiori colorati e si possono fare bellissime passeggiate da un punto panoramico all’altro. D’estate gli Ungheresi vivono molto la loro città e quindi fino a tarda notte ci sono locali all’aperto, lungo e sul fiume, che fanno musica e servono bevande. Almeno nel centro non c’è caos, ci si sente tranquilli e protetti e, anche nei quartieri più interni, tipo il quartiere ebraico, i romkert (“bar in rovine”), tipici localini in interni non ristrutturati, sono solo un modo alternativo per far festa.

Budapest è una meta adatta a tutti: a chi vuole prendersela comoda e godere degli accoglienti caffè all’aperto e delle terme (la città è famosa nel mondo per i suoi impianti termali noti fin dall’epoca romana), a chi vuole approfondire la storia di questo Paese e la sua cultura artistica (ci sono molte gallerie d’arte e musei interessanti) e a chi vuole vivere la natura, i parchi e i suoi punti panoramici.

Quanto fermarsi? 4/5 giorni sono l’ideale per visitare tutto e immergersi nella cultura e nei ritmi cittadini.

Come arrivare, muoversi e organizzarsi

Arrivare a Budapest è molto comodo con i voli Ryanair (Milano – Roma – Pisa per esempio) e per raggiungere il centro città consiglio il servizio di miniBUD – Airport Shuttle Services che è stato particolarmente professionale e veloce.

Il sistema di mezzi pubblici per girare la città è molto efficiente e articolato. Ci sono 4 linee di metro e tante linee di autobus (la 16 e la 16A servono il quartiere del castello), più la funicolare che porta sulla collina di Buda, direttamente al castello. Se volete utilizzare molto la metro per velocizzare gli spostamenti e pensate di visitare diversi luoghi di interesse, sarà utile fare la Budapest Card, qui il sito. Essa vi garantisce viaggi illimitati sui mezzi per tutta la sua durata e ingressi agevolati a diverse attrazioni (comprese le terme).

Consiglio di pernottare a Pest semplicemente perché offre più opportunità per cene, svago e passeggiate serali. Io ho dormito all’Hotel President, ottimo hotel 4 stelle, vicino al Parlamento e alla fermata della metro Arany János utca (Linea 3 azzurra).

Ultimo dettaglio pratico: ricordate che a Budapest, pur essendo parte della comunità europea, almeno per ora non è in uso l’Euro, perciò appena arrivati dovrete cambiare con fiorini ungheresi. Vi dico sinceramente che, essendo la vita più economica che in Italia, non spenderete molto per cibo, visite e trasporti. Io perciò ho semplicemente ritirato con il bancomat ad un tasso ragionevole, senza fare indagini in giro sul cambio più favorevole.

Budapest - Cattedrale Santo Stefano

Budapest: cosa visitare

Quale escursione prenotare in anticipo? La visita al Parlamento Ungherese; è imperdibile. I posti sono limitati, si entra solo con tour guidati e le visite in italiano ci sono solo ad alcuni orari. Qui trovate il sito ufficiale: la visita dura circa un’ora, portate i documenti e arrivate con 10/15 minuti di anticipo per passare i controlli. L’ingresso è dal centro visitatori, lato nord.

Budapest è una città grande e piena di attrazioni, affascinante e a tratti dispersiva. Conviene farsi un’idea della città prima di partire e decidere le mete irrinunciabili. Ci sono cose da fare e luoghi da visitare per tutte le stagioni. Se andrete in inverno, le luci del Natale e la neve saranno suggestivi e potrete mettere nella vostra lista dei desideri tante attività, come per esempio:

  • Il Parlamento Ungherese, è il primo must have (vedi sopra)
  • La Cattedrale di Santo Stefano
  • L’Ospedale nella Roccia
  • La Chiesa di Mattia e il Bastione dei Pescatori
  • Il Castello e la Galleria d’Arte con la mostra permanente e le esposizioni temporanee
  • Le terme dell’Hotel Gellert
  • La Grande Sinagoga e il Museo Ebraico
  • La Terror Haza, il Museo Casa del Terrore, museo della storia del regime e memoriale delle vittime

Se invece andrete con il caldo, potrete aggiungere altre attività da fare all’aria aperta, come per esempio:

  • Una gita in bicicletta sull’Isola Margherita
  • Una passeggiata sul Lungo Danubio
  • Una passeggiata per il quartiere del Castello
  • Una passeggiata al Castello Vajdahunyad e nel parco circostante
  • La visita al Memento Park
  • Una lunga passeggiata fino alla collina panoramica della Citadella

Vi lascio questa prima lista di posti da segnare e, fidatevi, li ho visti tutti: vale la pena alzarsi presto, camminare tanto e andare a letto tardi!

Budapest - Castello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.